Category Archive8 – ribellioni



1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 20 Set 2018 08:47 pm

Della determinazione e dei desideri di una mucca..

Mont-de-Marsan, 18 settembre 2018

Eccola qui la bella e imponente Montoise, così chiamata dall’allevatore che  l’ha “perdonata” dopo la fuga dal camion della morte.”Quando metti tanta energia per salvare la tua pelle, è un segno”, ha detto. E’ una mucca di 400 chili che, dopo essere stata usata come fattrice , ovvero inseminata artificialmente per produrre vittime ad oltranza, era destinata alla morte.

Dopo essere riuscita a fuggire, saltando il recinto,  aveva cercato rifugio in un parco, ma poi era rimasta incastrata tra due alberi nei pressi di un corso d’acqua. Liberata dai pompieri , e’ stata affidata ad un  altro allevamento dove sembra verrà “graziata”. Siamo tutt* con te, Montoise!

 

Articolo sulla cattura

Articolo sulla “grazia”

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &8 - ribellioni 03 Set 2018 10:37 pm

Il toro lo carica mentre pulisce il capanno di caccia.

Riparbella (PI), 2 settembre 2018

Le parole usate nell’articolo e dal testimone dell’accaduto raccontano di una  “scena da apocalisse”, di un “toro impazzito”, di “incredulità” e “aggressione”. Da sempre sono queste le parole usate per raccontare le ribellioni animali. Leggere la resistenza animale significa al contrario cercare di ascoltare la loro risposta, smascherare la violenza sull’Altro fatta anche dai linguaggi oppressivi che annullano e cancellano.

Questo toro ha risposto e il suo è un invito perentorio all’ascolto.”Il mio è un invito deciso. Un messaggio da quello spazio al margine, che è luogo di creatività e potere, spazio inclusivo, in cui ritroviamo noi stessi e agiamo con solidarietà, per cancellare la categoria colonizzato/colonizzatore. Marginalità come luogo di resistenza. Entrate in quello spazio. Incontriamoci lì. Entrate in quello spazio. Vi accoglieremo come liberatori” bell hooks (1991), Elogio del margine. Razza, sesso e mercato culturale.

bell hooks viene citata e ripresa (pagg. 31,32) nell’introduzione a cura di Marco Reggio al libro Animali in rivolta  di Sarat Colling.

QUI articolo e video testimonianza dell’accaduto.

(fonte: www.iltirreno.gelocal.it)

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 23 Ago 2018 05:35 pm

Evade dalla prigione e sperona le auto del parcheggio.

Gavorrano (GR), 8 agosto 2018

Un giovane toro, un’individualità sovversiva.

Articolo e video

(Fonte: www.iltirreno.gelocal.it)

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &8 - ribellioni 16 Ago 2018 01:29 pm

E la mandria calpesta a morte l’allevatore.

Groombridge, Sussex – UK, 11 agosto 2018

Quando hanno trovato il corpo dell’uomo, il toro era ancora infuriato. La Polizia, con la solerzia che la contraddistingue, lo ha immediatamente ucciso sul posto.

QUI la notizia.

(Fonte: www.bbc.co.uk)

 

1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni &8 - ribellioni 16 Ago 2018 12:07 am

Ambra e il profumo dei cocomeri.

Tarquinia, 10 agosto 2018

Una dromedaria scappa dal Rony Roller Circus.  La sua  libertà profuma di cocomeri e riesce a rimpinzarsene  fino a crollare a terra, sazia.

Nell’articolo le solite ipocrite dichiarazioni dei circensi :«Per noi Ambra è come una nonna – dice Rony -. La chiamiamo “La vecchietta” perché sta insieme a noi da tantissimi anni e non si esibisce più negli spettacoli».

Pagliacci!

Articolo

(Fonte: www.ilmessaggero.it)

 

1 - storie di rivolta &8 - ribellioni 15 Ago 2018 11:35 pm

Ancora una volta, un incontro mancato.

Lago Naivasha, Kenia, 13 agosto 2018

Un ippopotamo si ribella e attacca  il fotografo.

“L’ideologia sottesa è chiara: a essere osservati sono sempre gli animali. Il fatto che essi possano osservare noi ha perso ogni importanza. Gli animali sono l’oggetto del nostro sapere in costante ampliamento.Ciò che scopriamo di loro  è un indice del nostro potere, e dunque un indice di ciò che ci separa da loro. Più li conosciamo, più sono distanti”

J. Berger, Sul guardare, (p. 17) citato a p. 55 di Un incontro mancato, B. Piazzesi e S. Belacchi, Mimesis

Ippopotamo attacca e uccide turista che tenta di fotografarlo: “È più letale del leone”

(Fonte: www.castedduonline.it)

1 - storie di rivolta &8 - ribellioni 30 Lug 2018 11:30 am

E l’orso ci rimette la pelle…

Isole Svalbard, Norvegia, 29 luglio

Curiosità per una incredibile porzione di mondo e per le sue popolazioni? L’orso non gradisce, attacca i turist* e viene ucciso.

QUI la notizia  
( ilgazzettino.it)

 

Authorities search the coastline, Saturday, July 28, 2018, after a polar bear attacked and injured a polar bear guard who was leading tourists off a cruise ship on the Svalbard archipelago archipelago between mainland Norway and the North Pole. The polar bear was shot dead by another employee, the cruise company said. (Gustav Busch Arntsen/Governor of Svalbard/NTB Scanpix via AP)

1 - storie di rivolta &8 - ribellioni 18 Lug 2018 12:46 am

“.. se vuole, sa far male”

Roma, luglio 2018

La brutta bestia dell’articolo è un ragno violino, così lo chiamano. Il suo carattere è schivo – dicono gli esperti – resta nascosto e vive in disparte, come fosse un eremita.Vive tranquillo nei solai, nei luoghi appartatati e tranquilli  e generalmente non attacca ma quando “si incattivisce” – dicono sempre gli esperti – ( quando cioè lo disturbano, lo stanano, lo attaccano) arriva addirittura a mordere…pensate un po’!

L’articolo

(Fonte:www.ilmessaggero.it )

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 11 Lug 2018 08:26 pm

Scappa dal mattatoio prima di essere macellato.

Carmaux (FR), 10 luglio 2018

Ha reagito con forza ai tentativi di cattura della polizia ed è stato colpito da ben due proiettili di sedativo prima di cedere. La pena di morte viene così ritardata…

Ora la Fondazione Brigitte Bardot ha proposto di accoglierlo nel suo rifugio ma la decisione finale, purtroppo, spetta all’allevatore.

Notizia qui.

(Fonte: www.francesoir.fr )

1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni &8 - ribellioni 21 Giu 2018 01:29 pm

Ancora un elefante fuori dal circo.

CastelPlanio (AN), 20 giugno 2018.

Nell’articolo si scrive che il circo, dopo aver aperto il tendone, avrebbe “perso” uno dei suoi elefanti. Si derubricano sempre questi fatti imputandoli alla superficialità, incompetenza o disattenzione dei carcerieri. In realtà anche questa (ennesima) fuga è stata un’evasione in piena regola.

 

Notizia qui.

(Fonte: www.ilrestodelcarlino.it)

Pagina successiva »