Category Archive8 – ribellioni



1 - storie di rivolta &6 - altri luoghi di detenzione &8 - ribellioni 22 Mar 2017 03:45 pm

Vendetta, senza pietà.

Città del Messico, 21 marzo 2017

L’aguzzino Antonio Romero è stato  incornato dalla sua vittima, dopo aver infierito su di lei senza pietà . E tutto diventa spettacolo.

video e  articolo

(Fonte: www.video.corriere.it)

 

 

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 20 Mar 2017 12:47 am

Quattro cavalli per strada, in fuga.

Benevento, 19 marzo 2017

Stupiscono, spaventano, incuriosiscono, divertono.

Quattro cavalli  “fuori contesto”…perché il loro posto è ovviamente un altro. Dove possono essere reclusi, governati, sfruttati, macellati.

Nell’articolo si  scrive  che alla fine sono stati riportati a casa.

Quattro cavalli in fuga tra le vie di Benevento: stupore per gli automobilisti

(Fonte: www.ntr24.tv)

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &8 - ribellioni &approfondimenti 16 Mar 2017 09:20 pm

Ribellarsi ad un mondo mostruoso

Selva di Cadore, 14 marzo 2017

Un toro si è ribellato davanti al macello.

Si è ribellato alle corde e alle sbarre,  al rumore di morte, all’odore del sangue, alla mattanza che sentiva imminente. Per un attimo si è ribellato anche alla paura.

Lo hanno ucciso, alla fine, ma la sua storia ormai è dentro ognuno di noi.

QUI articolo (Fonte: www.corrierealpi.gelocal.it)

1 - storie di rivolta &3 - circhi &8 - ribellioni 14 Mar 2017 07:44 pm

Il giovane coccodrillo si ribella

Ha Nam, Vietnam, 13 marzo 2017

Siamo in un circo in Vietnam. La compagnia circense fa parte del Dipartimento di Cultura, Sport e Turismo

Muore il coccodrillo che per anni era stato usato per fare lo spettacolo e, per non tradire il pubblico presente,  viene sostituito con uno più giovane. Quando l’addestratore gli mette la testa tra le fauci….non va a finire come al solito. Il coccodrillo si incazza di brutto.

Notizia  qui.

(Fonte: www.dailymail.co.uk)

 

1 - storie di rivolta &3 - circhi &4 - zoo &8 - ribellioni 13 Mar 2017 07:15 pm

Solidarietà fra tigri in un circo

Cina Hangzhou Safari Park, 10 marzo 2017

Quando le altre compagne di prigionia non si lasciano intimidire dalle frustate degli addestratori.

Notizia qui

(Fonte: www.thedodo.com)

 

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 13 Mar 2017 06:33 pm

Non c’è nulla di bizzarro in una fuga disperata

Castelfranco Veneto, 13 marzo 2017

Per lui non c’è stato scampo. Ha provato l’ebbrezza della libertà per qualche minuto e poi è stato abbattuto.

Ancora un triste epilogo, ennesima uccisione di un fuggitivo.

Cosa significa “scelta istintiva”? Ha scelto ma non troppo perché dopotutto è un animale e in quanto tale si muove esclusivamente governato dall’istinto?
Al lungo elenco delle parole usate a casaccio e abusate, troppo spesso con finalità svilenti, possiamo aggiungere la parola “istinto”.
L’altra parola che risuona e stride in quest’articolo è “imbizzarrito”, non c’è nulla di bizzarro in una fuga disperata

(Fonte: www.m.ilgazzettino.it)

 

 

1 - storie di rivolta &6 - altri luoghi di detenzione &8 - ribellioni 09 Mar 2017 08:12 pm

Topi sabotatori

Livorno, 8 marzo 2017

Alcuni topi  riescono a mandare il tilt la nostra sofisticata e fragile vita  fatta di macchine e divieti. Si parla immediatamente di infestazione e scatta lo sterminio di massa.

Ma loro ritorneranno, più forti e più superbi che mai.

Articolo qui

(Fonte:www.iltirreno.gelocal.it)

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 05 Mar 2017 06:18 pm

Davey, che sceglie di restare vivo.

California, 3 marzo 2017

Sei  settimane fa questo torello si è introdotto “di nascosto” in un rifugio. Dopo varie ricerche è risultato far parte di una mandria che si trovava nei dintorni.

Insieme ad altri diciassette tori  “… era destinato, a breve, al macello” ha detto il proprietario.

Si chiama Davey e, a differenza di altri individui, si è subito inserito nel nuovo gruppo. Il resto della mandria del rifugio l’ha accolto con calma e tranquillità, come se Davey avesse vissuto lì per anni (fatta eccezione per Theo, un grosso toro che ogni tanto sbuffa minaccioso pestando gli zoccoli, fingendo di sfidare Davey, che ricambia lo sguardo.. indifferente)

Meet Davey, the little bull who escaped slaughter and broke into our sanctuary! Thanks to PEOPLE Pets for sharing his…

Posted by Animal Place on Freitag, 3. März 2017

 (Fonte: www.people.com)

1 - storie di rivolta &4 - zoo &8 - ribellioni 02 Mar 2017 06:10 pm

Dove c’è potere, c’è resistenza. Breve storia di uno zoo

 —————————————————————————————————-

Il South Lake Safari Zoo, in Gran Bretagna, vanta un ben triste primato. Nel giro di quattro anni, ovvero dal 2013 ad al 2016, sono deceduti al suo interno 486 animali sui 1500 detenuti. Le condizioni di detenzione dei prigionieri sono talmente aberranti da aver spinto gli ispettori governativi a ventilare l’ipotesi di chiederne la chiusura.Ma vanta anche un altro primato.

Quello del gran numero di azioni di resistenza da parte degli individui detenuti al suo interno.
Nel maggio del 1997 un rinoceronte bianco riuscì ad evadere. Attraversò di corsa il parcheggio, e si diresse verso la campagna adiacente. Qui venne ucciso a sangue freddo dal proprietario e fondatore dello zoo, David Gill. Pochi giorni prima era stata scattata una fotografia. Si vede Zimba, così era chiamato il rinoceronte, in quel che sembra una cella con pavimento in cemento e pareti piastrellate, cavalcato da un sorridente Gill, cappello da cow boy in mano.
Nel 2006 a fuggire furono lemuri ed un caioti.
Nel maggio 2013 una tigre uccise una dipendente della struttura di detenzione. La donna lavorava da anni allo zoo, con il compito di badare ai grandi felini prigionieri. Quel giorno, inspiegabilmente, entrò direttamente nella gabbia delle tigri, dove venne aggredita dalla tigre, al suo decimo anno di prigionia. Era arrivata allo zoo da cucciola, e lì, di
etro quelle sbarre, aveva passato tutta la sua vita.
Nel 2014 fuggirono nove ibis sacri da un ’apertura della voliera. Secondo Gill, il problema era dovuto al fatto che gli uccelli, nati l’anno prima, non avevano subito il taglio delle ali.
Ma di ibis nati nel 2013 non c’era traccia nei documenti dello zoo, e da controlli successivi emerse che alcuni degli uccelli fuggitivi erano nati nel 2009. David Gill risolse il problema delle fughe (e delle possibili incriminazioni a suo carico) una volta per tutte, uccidendo 13 ibis, quelli senza ali amputate.
Nello stesso anno anche due cebi cappuccini riuscirono ad evadere. Dei due uno venne catturato.
Dell’altro si sono perse le tracce. Almeno lui (o lei) pare abbia guadagnato la libertà.
——————————————————————————————————–
Fonti:
http://news.sky.com/story/nearly-500-animal-deaths-at-south-lakes-safari-zoo-in-four-years-10785967
https://en.wikipedia.org/wiki/South_Lakes_Safari_Zoo
http://www.thewestmorlandgazette.co.uk/news/cumbria/237972.council_rapped_over_rhino_escape/
http://www.nwemail.co.uk/News/Barrow-24c6cb99-ac18-40c3-b5c9-a325cdd4470c-ds
http://www.huffingtonpost.co.uk/2013/05/25/zookeeper-sarah-mcclay-had-no-reason-to-enter-tiger-enclosure_n_3335198.html
http://www.bbc.com/news/uk-england-cumbria-39116282
http://www.nwcu.police.uk/news/nwcu-police-press-releases/zoo-and-its-owner-convicted-of-allowing-invasive-species-to-escape/
https://www.facebook.com/340340342742456/photos/a.340921486017675.70225.340340342742456/603553763087778/?type=3&theater

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 28 Feb 2017 11:06 am

Indianne, una mucca

Parigi, 24 febbraio 2017

Lei è Indienne. Una mucca portata al salone dell’agricolturadi Parigi.

Ha cercato di scappare, ha incornato un grosso veicolo che le sbarrava la fuga e poi anche l’allevatore. Ha resistito, con forza e tenacia.

Video

Solo con del sedativo sono riusciti a calmarla e a riportarla nel recinto del salone e ad esporla di nuovo proprio a quegli sguardi invadenti e derisori da cui cercava di scappare.

In omaggio alla sua resistenza, una petizione  francese chiede di lasciarla vivere.

Ogni giorno  tre milioni di animali vengono uccisi nei macelli francesi.

Qui l’articolo del giornale che, ovviamente,  mette tutto in burla.

(Fonte: www.francebleu.fr)

Pagina successiva »