Category Archive8 – ribellioni



1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni &8 - ribellioni 21 Giu 2018 01:29 pm

Ancora un elefante fuori dal circo.

CastelPlanio (AN), 20 giugno 2018.

Nell’articolo si scrive che il circo, dopo aver aperto il tendone, avrebbe “perso” uno dei suoi elefanti. Si derubricano sempre questi fatti imputandoli alla superficialità, incompetenza o disattenzione dei carcerieri. In realtà anche questa (ennesima) fuga è stata un’evasione in piena regola.

 

Notizia qui.

(Fonte: www.ilrestodelcarlino.it)

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 19 Giu 2018 11:24 pm

Al di là del ruolo produttivo-riproduttivo.

San Martino in Strada (Forlì), 19 giugno 2018

Una mucca era riuscita a fuggire durante il carico su un camion. Dopo tre ore di inseguimento aveva attaccato gli inseguitori ad ogni tentativo di cattura. L’avevano anche costretta dentro un cortile, ma ce l’aveva fatta a scappare anche da lì. Alla fine l’hanno ammazzata, della serie  delitto con connivenza delle autorità.. e portata via con un trattore. Eppure lei inseguiva solo un sogno.

Articolo di www.forlitoday.it

 

 

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &8 - ribellioni 14 Giu 2018 02:11 pm

Ancora un vitello disubbidiente. Ancora un vitello ucciso.

Minerbe (VR), 13 giugno 2018

“Lo scandalo succede sempre quando qualcuna delle innumerevoli e multiformi gerarchie su cui si regge il mondo è messa in crisi da uno dei gruppi che nell’ordine costituito hanno ricevuto in sorte l’obbedienza, Tutto andrebbe bene, anzi MALISSIMO, se gli operai potessero accontentarsi di obbedire ai padroni, i neri ai bianchi, i sudamericani ai nordamericani, ecc. E le mogli ai mariti, i figli ai genitori, gli studenti ai professori…e via dicendo. L’ordine regnerebbe allora in tutte le Varsavie immaginabili e la storia si fermerebbe, perché la storia è disobbidienza. ”

Gianni Rodari, 1968.

QUI l’articolo

(Fonte: ww.larena.it)

2 - allevamenti e macelli &8 - ribellioni &approfondimenti 14 Giu 2018 12:45 pm

Piccoli miracoli di Resistenza

In una discarica della Georgia un allevatore ha buttato centinaia di uova considerate avariate, ma, per una strana coincidenza, proprio in quel periodo e in quel luogo, si sono verificate le condizioni perché si schiudessero permettendo la nascita di centinaia e centinaia di pulcini. I video disponibili in rete sono impressionanti, una massa gialla pigolante, vivace, festosa che corre in mezzo alla spazzatura manifestando la sua inequivocabile voglia di vivere. I pulcini, poi, sono usciti dalla discarica raggiungendo le porte della città di Marneuli, hanno invaso le strade e molti abitanti, sbalorditi e disorientati, hanno aperto le porte, hanno cercato di salvarli e molti sono stati adottati.
In quegli stessi giorni la nave Acquarius sostava in mare aperto perché il governo italiano non permetteva il suo approdo a Pozzallo. Una nave piena di gente che fugge, gente esausta, ferita, gente nata e cresciuta in mezzo alla povertà e all’ingiustizia, gente che cerca disperatamente di vivere, ma che deve fare i conti con le frontiere e i capricci razzisti di chi non permette la libera circolazione, di chi ha bisogno di un nemico su cui sfogare la sua frustrazione, di chi respinge tutto ciò che è diverso. Proprio in quella nave, mentre si discuteva e si battevano i pugni sul tavolo, è nato un bambino che si chiama Miracle. Sua madre è stata rinchiusa e torturata nelle carceri libiche, poi è riuscita a fuggire con il suo compagno, si è nascosta a casa di amici e poi si sono imbarcati tentando il tutto per tutto, tentando di raggiungere l’Europa. Il bambino è nato durante il viaggio, un piccolo miracolo laico di resistenza che, insieme al miracolo dei pulcini della Georgia, ci racconta una storia ben diversa rispetto ai tristi, freddi e squallidi venti di chiusura che tirano in questo periodo. La storia di chi vuole vivere a tutti i costi, anche se nasce in una discarica perché è un rifiuto, anche se si trova dalla parte sbagliata del mondo, anche in mezzo alle violenze, anche se mancano le condizioni più elementari per la sopravvivenza. E mentre l’intero pianeta celebra la nascita dei royal baby, dal mare arrivano navi cariche di altri bambini, i figli che non vuole nessuno, i figli dello sfruttamento e dei saccheggi, scarti di una lavorazione industriale sempre più fondata sul dominio, l’ignoranza, la chiusura e l’ingiustizia. Ma anche piccoli segni di resistenza e di speranza.

Troglodita Tribe

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &8 - ribellioni 13 Giu 2018 11:08 pm

Deteriorato a chi??!!

Marneuli, Georgia, 11 giugno 2018

Centinaia di uova “deteriorate” sono state gettate in discarica come scarti da un allevamento di polli. Nascono invece centinaia di pulcini, in barba al  supposto deterioramento, in barba allo scarto.

Come nati tutti nello stesso istante, una volta sbarazzatisi del guscio, hanno incominciato a correre, pigolando, tutti insieme. Disorientati e spaventati hanno urlato al mondo la loro forza, la loro inaudita resistenza alla stritolazione incessante dei nostri moderni dispositivi industriali e economici.

Articolo e  video di www.rainews.it

1 - storie di rivolta &4 - zoo &7 - evasioni &8 - ribellioni 11 Giu 2018 04:21 pm

La libertà è l’unica attrazione .

Cesano (Roma), 9 giugno 2018

 

Una tigre è evasa dal circo di Vienna. I suoi carcerieri, avvisati dai carabinieri,  l’hanno ben presto riportata dietro alle sbarre.

QUI articolo de www.ilmessaggero.it

 

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 11 Giu 2018 03:48 pm

Minacciata di morte per aver varcato il confine.

Serbia/Bulgaria, giugno 2018

Una mucca incinta chiamata Penka, ha abbandonato il suo gruppo dal villaggio di  Kopilovtsi e ha attraversato il confine della Bulgaria con la Serbia. I regolamenti europei ne prevederebbero l’abbattimento, anche se tutta la rete si è mobilitata per salvarla mettendo in evidenza, una volta di più e anche per i non umani, gli effetti devastanti delle normative europee su chi viene considerato  “fuori legge”  e “clandestin*” solo per aver deciso di spostarsi. Normative intrise di una violenza repressiva e autoritaria che si abbatte su ogni vita.

Anche su quella di Penka.

Articolo

(Fonte: www.agi.it)

1 - storie di rivolta &4 - zoo &8 - ribellioni 07 Giu 2018 12:23 am

Un bufalo africano vendica la morte del suo compagno…

Sud Africa, 30 maggio 2018.

..e attacca, uccidendolo all’istante, un famoso cacciatore professionista.

Il tipo era un noto  organizzatore di vacanze safari e aveva appena ammazzato un magnifico bufalo. Mentre fiero di sé,  l’onestuomo – così lo definiscono –  stava per caricare sulla jeep il cadavere della vittima è stato attaccato da un altro bufalo che gli ha lacerato con le corna l’arteria femorale.

Il tipo era anche un fervente cristiano  e “..amava fare quello che faceva ed è morto facendo quello che gli piaceva” ha detto una  conoscente, aggiungendo che ” i bufali  erano i suoi animali preferiti”.

QUI l’articolo. Fonte www.independent.co.uk

 

 

 

1 - storie di rivolta &3 - circhi &8 - ribellioni 23 Mag 2018 03:48 pm

Delfini suicidi

Un articolo riporta la notizia dei delfini che in Crimea, dopo essere stati addestrati dalle autorità ucraine alla guerra ed essere passati al nuovo padrone (la Russia), si sono lasciati morire “per non ubbidire all’esercito di Putin”. La risposta di Putin è una smentita: “ormai erano soltanto animali da circo”.

Al di là del fatto che è difficile immaginare dei delfini convinti patrioti ucraini, tanto orgogliosi di combattere per la propria nazione quanto determinati a boicottare la nazione avversaria, possiamo facilmente comprendere come la detenzione in un circo possa portare alla forma più disperata di resistenza, il suicidio, che i padroni siano i governanti russi, ucraini o di qualsiasi altro stato.

Articolo su Il Fatto Quotidiano

 

2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 20 Mag 2018 12:18 pm

Cavalli fuggono da un altro maneggio.

Ghirla (VA), 19 maggio 2018

 
…e l’allevatore muore con la moto nel tentativo di riacciuffarli. Dei cavalli, come sempre, nessuna notizia.

(Fonte: www.varesenews.it)

Cade con la moto, morto il titolare del centro ippico “Il Frassino”

Pagina successiva »