Category Archive3 – circhi



1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni &8 - ribellioni 30 Nov 2019 07:10 pm

Dalla parte del toro

Pamplona, 14 novembre 2019.

Parafrasando il titolo dell’articolo di www.tg24-ore.com :

Toro incorna torero alla corrida, ucciso immediatamente nell’arena: trementina sulle zampe, vaselina negli occhi, stoppia nelle narici e nella gola, un arpioncino conficcato al garrese, stato di soffocamento e vomito, dissanguamento prolungato, ferite  multiple sui muscoli del collo e ferita profonda tra le scapole che ha raggiunto gli organi vitali. 

Notizia e video  www.tg24-ore.com

Torero incornato alla corrida, ricoverato gravissimo in ospedale: costole e vertebre fratturate, lesioni epatiche e un enfisema sottocutaneo

1 - storie di rivolta &3 - circhi &8 - ribellioni 25 Ott 2019 12:00 pm

Un orso si ribella durante lo spettacolo. Storia di una dignità rubata

Karelia-Russia, 24 ottobre 2019

Per molto tempo il re degli animali del mondo occidentale non fu il leone, ma l’orso. Fu oggetto di timore e venerazione da parte degli uomini che lo riconobbero come un parente o un antenato a cui dedicare culti diversi.  Tanto potere e  fascino non poterono che scontrarsi con i timori e gli anatemi della chiesa.

“Una delle strategie usate dalla Chiesa per detronizzare l’orso fu quella di fargli perdere simbolicamente forza e superbia, presentandolo come un animale di cui l’uomo  non doveva aver paura e che poteva essere facilmente sconfitto. Non da qualsiasi uomo, è ovvio, non dai re, nè dai guerrieri o dai semplici cacciatori, bensì dall’uomo esemplare, l”uomo di Dio”, il modello perfetto della vita cristiana: il santo”. (p. 109)

“A partire dall’inizio del Duecento la regalità dell’orso era scomparsa. La belva non fu umiliata soltanto nelle agiografie della Chiesa, nelle favole e nei raccoti di animali, ma anche in altri testi letterari, nei proverbi, nelle immagini e anche nella vita quotidiana. Era ormai possibile vedere l’orso sulle piazze delle fiere e dei mercati, incatenato, il muso serrato da una museruola, mentre danzava o compiva qualche misera acrobazia, al seguito dei giullari e degli ammaestratori di animali, cui obbediva come una sorte di buffone triste e rassegnato. Il collare  e  la catena  non gli permettevano di fuggire, la museruola gli impediva di mordere, i cani non avevano più paura di lui e persino i bambini potevano andargli davanti per sfidarlo, toccarlo, ridere di lui … “(pagg.206-207)

“Sotto i tendoni dei grandi circhi itineranti gli orsi fecero la loro comparsa nella seconda metà del 1800. Orsi bruni ma anche orsi bianchi e orsi dal collare provenienti dall’Himalaya. Le belve feroci danzavano, facevano esercizi di giocoleria, stavano in equilibrio su una trave o una sfera, andavano in bicicletta o sull’altalena, fingevano di fare la boxe o di suonare la fisarmonica”(pag. 299)

“L’orso non è un animale come gli altri e l’orso di peluche di fine ottocento/inizio novecento, in tutte le sue varie reincarnazioni, è diverso da qualunque altro giocattolo. L’orso di peluche è il primo  oggetto che il bambino domina completamente, di cui può fare quello che vuole, portarlo dove gli pare, a scuola, all’ospedale, in vacanza. Può persino torturarlo o distruggerlo senza doverne rendere conto a nessuno (…) Di fatto gli uomini e gli orsi  sono sempre stati inseparabili e lo sono rimasti fino ad oggi. Al punto che, quando  nel luglio del 1969 Neil Amstrong e i suoi due compagni partirono alla volta della luna, erano accompagnati da un orso di peluche. (pagg. 307-308).

da L’orso. Storia di un re decaduto di Michel Pastoureau.

 

Articolo

 

1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni 05 Ott 2019 09:58 am

Morta di sedazione?

Cina, 6 settembre 2019

Dall’articolo: https://www.chinadaily.com.cn/a/201909/10/WS5d76fce1a310cf3e3556aaaa.html

«Una tigre fuggita durante uno spettacolo circense a Xinxiang, nella provincia di Henan, viene catturata il 7 settembre 2019. [Foto / weibo.com]

Una tigre è fuggita durante un’esibizione circense a Xinxiang, nella provincia di Henan, la sera di venerdì 6 settembre e si è rifugiata in un campo di grano. È stato catturata dalla polizia locale con l’uso di un anestetico sabato mattina. La tigre non ha causato danni e non ha ferito nessuno

Le autorità della contea di Yuanyang, dove è stata messa in scena la performance, hanno detto che la tigre durante la fuga potrebbe essere stata colpita da un’auto, anche se apparentemente andava bene quando è stata catturata.

La tigre è infatti morta morta dopo essere stata inviata allo zoo di Xinxiang. La causa della sua morte non è stata ancora determinata.

Gli altri animali del circo utilizzati per lo spettacolo erano stati noleggiati fra un gruppo di animali ‘addomesticati’ a Suzhou, nella provincia di Anhui, per un anno.

La polizia ha arrestato due persone incaricate del circo con l’accusa di diverse violazioni, inclusa la mancanza di qualifiche per l’uso di animali selvatici a fini di intrattenimento. Un gruppo di lavoro congiunto esaminerà la causa della morte della tigre.»

1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni 04 Ott 2019 03:08 pm

Due zebre evase da un circo in Germania

Liepen, Germania, 2 ottobre 2019

Durante le operazioni di trasporto, due zebre sono riuscite a evadere. Una di loro è stata subito ripresa, la seconda è stata uccisa lungo la strada dalla polizia a causa della sua strenua resistenza.

Das Zebra war mit einem Artgenossen in der Nacht aus dem Zirkus in Tessin ausgebüxt. Foto: Bernd Wüstneck/dpa-Zentralbild/dpa Bernd Wüsteneck

Qui l’articolo

1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni 02 Ott 2019 12:10 am

L’elefante sul marciapiedi

Brindisi, 27 settembre 2019

Quando il surreale è l’orribile realtà di qualcun*.

QUI IL VIDEO (repubblica.it)

 

 

1 - storie di rivolta &3 - circhi &8 - ribellioni 05 Lug 2019 04:14 pm

How many years can some people exist before they’re allowed to be free?

Triggiano (BA), Circo Orfei, 4 luglio 2019

Durante le prove dello spettacolo con quattro tigri, una di loro si ribella all’addomesticamento. Aggredisce il domatore e le altre tre, come aspettando un segnale di rivolta, la imitano.

“How many times… ?” (vi ricordate Bob Dylan, con le sue pessimistiche  domande  sulle tragiche abitudini di violenza e guerra degli umani ?) Ecco: quanto tempo dovrà passare ancora perché si comprenda in maniera empatica, profonda e definitiva che gli altri animali vanno lasciati in pace? Che nessun* è nat*  per stare in gabbia e fare il burattino a comando?

Vicenda drammatica davvero, ancor più per l’epilogo e anche perché i quattro felini verranno di certo “abbattuti”. Può essere una seppur misera consolazione quella di pensare: meglio morti che vivi in gabbia, violentati a vita?

Articolo

1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni 01 Feb 2019 10:55 am

L’elefante denuncia

Napoli, 31 gennaio 2019

Un elefante evaso dal circo, con la sua presenza in strada ha fatto così scrivere sul Mattino:

«Ancora una volta è stato dimostrato come sono infelici gli animali nel vivere nei circhi. Appena possono fuggono. A questo povero elefante – dichiarano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il commissario del Sole che Ride di San Giorgio a Cremano Salvatore Petrilli – non è parso vero di essere finalmente libero. Bisogna vietare i circhi con animali che sono una vera vergogna retaggio di un passato che non ha più motivo di essere. Far nascere e crescere animali che dovrebbero stare in ambienti totalmente diversi e spaziosi per fare soldi e per divertimento facendoli vivere una brutta vita in cattività è oramai inaccettabile. Abbiamo chiesto alla Asl di verificare urgentemente lo stato di salute di tutti gli animali del Circo e le norme di sicurezza e di verificarne anche la chiusura. Non solo l’elefante poteva farsi male ma correva il rischio di fare dei danni a cose o anche persone. Al Parlamento chiediamo di approvare in via definitiva la norma che preveda per i circhi che operano sul territorio italiano solo spettacoli senza animali».

Qui l’articolo (mattino.it)

 

 

 

1 - storie di rivolta &3 - circhi 18 Dic 2018 01:25 am

Le zebre di Dresda

Dresda, 17 dicembre 2018

Quattro zebre sono evase dal circo scappando in ogni direzione lungo le vie cittadine.

La notizia

1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni 29 Ott 2018 03:20 pm

Un Emù in fuga braccato fino alla morte

Secondo le autorità, non è stato sparato alcun colpo, e lui è morto d’infarto.

Non si sa ancora da dove fosse fuggito l’emù, ma ha attraversato le vie trafficate di Sant Cugat del Valles, vicino a Barcellona, inseguito dalla polizia per quasi due chilometri.

Qui la notizia del Mirror.

Qui un video:

1 - storie di rivolta &3 - circhi &7 - evasioni &8 - ribellioni 16 Ago 2018 12:07 am

Ambra e il profumo dei cocomeri.

Tarquinia, 10 agosto 2018

Una dromedaria scappa dal Rony Roller Circus.  La sua  libertà profuma di cocomeri e riesce a rimpinzarsene  fino a crollare a terra, sazia.

Nell’articolo le solite ipocrite dichiarazioni dei circensi :«Per noi Ambra è come una nonna – dice Rony -. La chiamiamo “La vecchietta” perché sta insieme a noi da tantissimi anni e non si esibisce più negli spettacoli».

Pagliacci!

Articolo

(Fonte: www.ilmessaggero.it)

 

Pagina successiva »