1 - storie di rivolta 24 Set 2017 08:27 pm

..come per essere più vicina al sole

Melbourne, 21 settembre 2017

Una mucca cerca di scappare dal camion della morte, infilando le zampe nella parte superiore del veicolo. Penzola in avanti e cerca di spingersi fuori. Supera illesa una barriera segnaletica che le sfiora il capo.. meno male perché gli automobilisti si stavano proprio divertendo a vedere un animale disperato ribellarsi alla morte.

Per chi guarda senza vedere quello è un animale “confuso”, e la scena è divertente. Si suppone che l’animale sia arrivato in salute a destinazione, sicuramente un macello,  e il filmato, secondo il giornalista, ha immortalato “adorabili momenti”.

Video e articolo qui

(Fonte: www.dailymail.co.uk)

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 22 Set 2017 07:32 pm

Si presenta l’occasione e il cavallo (o la cavalla?) tenta la fuga.

Lucca, 13 settembre 2017

Si tratta di un cavallo color palomino, praticamente identico a quello che si commerciava per la Barbie e disegnato di solito nella favola di Cenerentola…sicuramente una scelta “evocativa” per un cavallo da attaccare ad una carrozza turistica.

Particolare anche che il conducente sia una conducente, che il cocchiere sia una donna causando un pasticcio linguistico all’autore dell’articolo che fa un casino pazzesco e ridicolo tra una parola che sembra costituzionalmente maschile (cocchiere, cioè l’uomo che conduce il trasporto trainato da cavalli) ed il fatto che invece qui la guidatrice sia donna.

Volendo usare per forza la parola cocchiere, e come no, con un cavallo così da “favola”, si incarta in un linguaggio che denota ancora di più il sessismo della nostra lingua, della nostra mentalità, delle nostre tradizioni e quella equestre è proprio emblematica,  perché legata a filo doppio al potere.

Nell’articolo e nel video ci si sofferma su tutto: le strade che ha imboccato il cavallo, il cantiere dei Rolling Stones, la disabilità della turista, ma non una parola sul cavallo, che non ha diritto a nessuna individualità e soggettività se non quel vecchio e improprio termine “imbizzarrito”.

E chissà invece che anche il cavallo…non sia in realtà una cavalla.

Ma all’autore dell’articolo è meglio non farlo notare, si incasinerebbe oltre ogni immaginazione.

(Fonte e articolo su www.noitv.it)

approfondimenti 29 Ago 2017 12:03 pm

“Animali in rivolta”, Sarat Colling: il primo libro sulla resistenza animale in italiano

Sarat Colling - Animali in rivolta

Il primo libro in italiano sulla resistenza animale uscirà a ottobre:

Sarat Colling, Animali in rivolta. Confini resistenza e solidarietà umana, a cura di feminoska e Marco Reggio (Mimesis edizioni, 180 pagine, 14 euro)

Il libro verrà presentato e sarà disponibile in anteprima domenica 17 settembre, ore 16, a Macao, Milano, durante la Festa Antispecista.

 

Nel 2000, mentre veniva condotta al mattatoio di Brooklyn, una mucca scappò per salvarsi la vita. La fuga andò a buon fine. Anche se era previsto che Queenie, come fu poi ribattezzata,
dovesse essere riportata al macello, lo sdegno sollevato attorno al caso prevalse, risparmiando alla bestia un terribile destino. Sarat Colling prende in esame le vicende degli animali fuggiti
dai macelli e analizza l’impatto che queste storie hanno avuto sull’opinione pubblica. Obiettivo della ricerca è quello di comprendere le forme di resistenza degli animali e il ruolo delle loro storie nella messa in discussione delle modalità con cui gli umani, e in particolare i consumatori, prendono le distanze dalla violenza delle imprese zootecniche. Nel volume sono riportate sei
storie che consentono di esaminare in maniera approfondita i casi di fuga animale occorsi nello stato di New York. L’indagine si colloca nel campo interdisciplinare dei critical animal studies e
attinge alle più recenti teorie elaborate dalla geografia animale, dai femminismi transnazionali e dall’analisi critica del discorso. Questo contributo affronta nello specifico la resistenza degli
animali allevati e mette a confronto le esperienze e le rappresentazioni di tale resistenza sia da una “prospettiva dal basso”, acquisita tramite chi si prende cura degli animali, sia da una
“prospettiva dall’alto”, che traspare dalle raffigurazioni presenti nei principali mass media influenzati dalle multinazionali.

Sarat Colling é laureata in sociologia critica alla Brock University. I suoi interessi abbracciano il campo degli animal studies e del femminismo transnazionale. Tra le sue pubblicazioni: Love and Liberation (2012).

1 - storie di rivolta &8 - ribellioni 27 Ago 2017 08:17 pm

In ricordo del leggendario Negro Matapacos.

Santiago de Chile, agosto 2017

E’ morto prematuramente. Lottatore ribelle insieme ai compagni cileni, dal 2010 non mancava un corteo: la sua amica umana dice che usciva di casa 15 minuti prima del corteo, preciso come un orologio.

Se non c’erano cortei e manifestazioni si intristiva. Quando vi partecipava ringhiava alla polizia.

Il suo nome significa: Nero Ammazzapoliziotti.

 

Più notizie, foto  e video  QUI

(Fonte: www.gamba.cl)

1 - storie di rivolta &6 - altri luoghi di detenzione &8 - ribellioni 27 Ago 2017 12:32 pm

Dove c’è potere, c’è resistenza.

Plaza de Toro Monumental, El Paseo, Potosinos, Messico,  26 agosto 2017.

El matador Sergio Flores resultó herido en la axila durante los festejos de la Feria Nacional Potosina; fue sometido a cirugía (viernes 26 de agosto de 2017)Fuente:http://www.eluniversal.com.mx/estados/video-dan-aparatosa-cornada-torero-en-slp

Posted by Entrelacemos las Garras on Samstag, 26. August 2017

L’ultimo toro della notte ( festeggiamenti del santo patrono durante  la Feria National Potosina) ha incornato con rabbia e disperazione il torero.

Il pubblico urlante ha avuto il suo fuori programma. “Chi andrebbe ancora a vedere una corrida se ogni tanto un toro non riuscisse ad incornare il torero? E’ questo il fascino dello spettacolo: nel mettere in scena la sovranità della nostra specie. Come insegna Foucault, le sporadiche situazioni in cui il potere fallisce sono lì a ricordarci ( e a valorizzare) tutte le volte in cui si esercita in modo efficace” (Cappellini, Reggio)

 

QUI  e QUI video e articolo

(Fonte: www. larazon.es)

(Fonte: www.eluniversal.com)

1 - storie di rivolta &8 - ribellioni 26 Ago 2017 09:06 pm

Preferiva stare tra gli aerei, libero

Aeroporto di Malpensa VA, 26 agosto 2017

E’ riuscito a tenere  in scacco per settimane chi tentava di catturarlo…” si aggirava per l’aeroporto di notte quando il terminal 1 era deserto mentre di giorno si nascondeva tanto da far perdere le proprie tracce.”

Articolo  (Fonte: www.varesenews.it)

1 - storie di rivolta &6 - altri luoghi di detenzione &7 - evasioni 19 Ago 2017 02:15 pm

Torello in fuga!

16 agosto 2017, Littleton, Massachusetts. Un torello di circa 500 chili fugge poco prima di essere messo all’asta.

Ribellandosi al suo status di schiavo, di cosa, di corpo senza diritti e senza dignità, l’animale si da alla fuga, inseguito dagli allevatori e dalla polizia.

Sono passati quattro giorni. Ed il ribelle è ancora libero.

Noi, ovviamente, ci auguriamo che lo rimanga per sempre.

Fonte:

https://patch.com/massachusetts/westford/escaped-bull-leads-police-chase-ayer

1 - storie di rivolta &4 - zoo &7 - evasioni &8 - ribellioni 18 Ago 2017 11:48 am

Wanted…ma lei rimane nascosta sotto un albero per due settimane.

Zoo Shibukawa,  Giappone, 1 agosto 2017.

Su di lei anche una taglia.Era alla sua seconda evasione.

Qui l’articolo

(Fonte: www.lastampa.it)

 

1 - storie di rivolta &8 - ribellioni 16 Ago 2017 09:14 pm

Un cacciatore viene calpestato dagli elefanti

Kalkfeld, Namibia, 14 agosto 2017

Dicono che gli elefanti abbiano visti i cacciatori da lontano, li abbiano inseguiti e poi caricati. E’ morto un altro cacciatore.

 

QUI l’articolo

(Fonte: www.miamiherald.com)

1 - storie di rivolta &2 - allevamenti e macelli &7 - evasioni &8 - ribellioni 16 Ago 2017 12:19 am

Galoppata notturna dopo l’evasione

Bedizzole, BS  13 agosto 2017

Il rumore insolito degli zoccoli sull’asfalto delle vie del centro ha svegliato gli abitanti. Ma lui ha galoppato per ore, libero, prima di essere riportato nella stalla da cui era evaso.

Articolo qui

(Fonte: www.m.bresciaoggi.it)

Pagina successiva »