approfondimenti 07 Mar 2019 01:48 pm

Esce “Smontare la gabbia”, un libro con un contributo di Resistenza Animale

 

Siamo liet* di annunciare l’uscita di un libro che ha visto coinvolto il nostro Collettivo con un saggio intitolato “Corpi fuori luogo. Gli animali ribelli”, in cui facciamo un po’ il punto sulla resistenza animale da un punto di vista teorico e di attivismo (ma anche altri contributi del volume toccano questo tema a noi caro).

Potete preordinare il libro qui, finanziando contemporaneamente Lunacorre, casa famiglia per animali abbandonati.

Smontare la gabbia. Anticapitalismo e movimento di liberazione animale

A cura di N. Bertuzzi e M. Reggio

(Mimesis 2019, 171 pagine)

Il movimento di liberazione animale ha avuto in Italia particolare rilievo negli ultimi anni, a partire dalle campagne contro pellicce e vivisezione sviluppate nei primi anni 2000 da gruppi radicali di ispirazione anarchica ed ecologista. Il culmine di interesse pubblico si è avuto, più di recente, con le mobilitazioni contro l’allevamento Green Hill. Le prassi adottate da associazioni e gruppi animalisti hanno portato a un panorama difficile da “leggere”, in cui convivono dibattiti, strategie e pratiche inedite, spesso in conflitto fra loro. Questa raccolta di saggi si propone di fornire una panoramica su alcune nuove frontiere interpellando collettivi, gruppi, studios* e attivist* che partecipano alla ricerca teorica e alle iniziative di questa galassia estremamente eterogenea. Un testo volutamente situato e partigiano, ma attento a cogliere non solo il carattere specista delle società moderne (e dell’Italia contemporanea, in modo particolare) ma anche le criticità dello stesso movimento e delle sue numerose anime interne. L’approccio intersezionale che attraversa la raccolta di scritti si avvale delle esperienze di ricerca e attivismo che hanno saputo mettere in connessione, fra gli altri, Animal Studies, transfemminismo queer, istanze antirazziste e anticapitaliste, resistenza animale, sociologia dei movimenti per articolare un discorso antispecista schierato contro il qualunquismo di certo animalismo di destra o comunque “spoliticizzato”.

Buona lettura!

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Leave a Reply