Cacciatori e polizia abbattono un toro evaso

 

È scappato dal mattatoio Brittany Viandes, ha raggiunto la superstrada.
È stato colpito prima da un cacciatore e poi dalle forze armate dell'”ordine specista”.

La resistenza di questo toro ha impattato la violenza del sistema che reprime la ribellione.

La resistenza è insita in ogni individuo ed ogni resistenza dovrebbe incontrare solo la solidarietà di altri individui.

È necessario un cambio di paradigma nella militanza.
È necessario superare quei dogmi che paralizzano la solidarietà nella lotta.

È morto ucciso dal sistema e dalla nostre strategie di “pacifismo”.

(Rossana Mianulli)

 

Qui l’articolo originale di “20 Minutes”

Qui un articolo di Telegramme con video

 

 

Questa voce è stata pubblicata in 1 - storie di rivolta, 2 - allevamenti e macelli, 7 - evasioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Cacciatori e polizia abbattono un toro evaso

  1. Alfonsina Fusco scrive:

    Non è giusto tanta violenza contro questo toro cacciatore e polizia .Non si abbattono gli animali in questo modo

I commenti sono chiusi.