Ottanta contro uno

Cecina-Rosignano, 29 novembre 2016

Il cinghiale ha cercato di difendersi come ha potuto, contro 80 persone armate e i loro  cani, ed è riuscito a ferire un cacciatore prima di essere ucciso.

La normalità della violenza delle battute al cinghiale (tanto amate in Toscana) è allucinante.

I cinghiali ci pongono delle grosse domande e la loro resistenza va supportata.

QUI  l’articolo

(Fonte: www.iltirreno.gelocal.it)

This entry was posted in 1 - storie di rivolta, 8 - ribellioni and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *